Sul taccuino

“Quando la città soffre” immagini che sconfiggono la povertà

[Pubblicato il 24/02/2014 su Corriere.it / Buone Notizie] Un treno che corre, lungo i binari aggrappati alla scogliera ligure. Una pozzanghera, due sacchi della spesa e poi il cielo, quello da cui scappare quando piove, a cui mostrarsi se ‘è uno spiraglio di sole.  “La mia vita non vale niente – dice Osvaldo, 55 anni, sotto i portici genovesi di piazza Piccapietra – Se mi togli uno scopo mi togli la vita. Non lascio nessuno, non ho nessuno. Non è vita è morire piano piano”. Comincia così “Quando la città soffre”, un documentario interamente realizzato a Genova e che dà voce e sostegno alle nuove povertà. Sostenuto dalla Caritas col patrocinio dell’Università di Genova, è stato scritto e girato da tre giovani che lottano da tempo contro gli stereotipi e i disagi della vita per strada: sono Giacomo Torricelli, Carla Grippa e Marco Bertora, età massima, 35 anni. [Leggi tutto l’articolo qui]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...