Sul taccuino

La biblioteca di Giuseppe

[Pubblicato su Corriere.it il 14/10/2013] Cammina sicuro Giuseppe, sicuro e a suo agio tra gli scaffali tutti diversi della sua piccola biblioteca. Libri, volumi, enciclopedie di seconda mano. Ne sfiora il dorso, con la delicatezza imparata nei suoi 72 anni, ripercorre con il dito le lettere impresse a fuoco sul cartone rivestito di stoffa. Sono i suoi libri, li conosce uno ad uno, 3480 volumi: sono quelli che ha raccolto, catalogato, custodito in una biblioteca che, in realtà, non è la sua. Quelli che lo hanno salvato quando, quella mattina dell’11 novembre di due anni fa, è rientrato a casa e non ha trovato più niente.

Era un imprenditore Giuseppe, commerciava pietre dure tra Italia e Brasile. Ma quando torna qui, a Roma, gli affari non vanno bene. A ottobre è in ritardo nel pagare l’affitto della casa in cui abita, a Valmontone. “Un mese solo, mi mancava un mese solo” ripete.  [Leggi tutto l’articolo]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...