Uncategorized

Un momento per ascoltare

Un momento fa ho ascoltato. E basta. Ho chiuso il libro, appoggiato la matita, fermato i pensieri. Le cicale cantano, nascoste tra gli arbusti macchia. Non hanno mai smesso. Un ragazzo cammina verso il mare, fuori dal cancello di ferro verde dove i pini si diradano. Le sue ciabatte strusciano ghiaino e cemento. Anche la polvere fa quasi rumore. Dietro, il mare. Nascosto dall’odore delle ginestre, dalle foglie coriacee dell’olivastro, dai fiorellini bianchi del mirto.

image

Nel correre delle dune, il rosmarino lascia spazio ai pruni, Il verde si nasconde nella sabbia, la sabbia si allunga nell’acqua. Si sente anche il vento adesso. Soffia da sud ovest, è libeccio caldo. Scuote i camicioni di cotone bianco, tocca il legno ruvido delle staccionate e le pietre porose dei muretti che costeggiano la strada. Porta i sospiri dell’Africa, tra le case basse di pietra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...