Uncategorized

La messa di inizio pontificato: tutti i riti

La folla durante l'AngelusLa folla durante l’Angelus di domenica 17 marzo

Martedì 19 marzo, giorno della festa di San Giuseppe, comincerà ufficialmente il mandato di Papa Francesco. La celebrazione dei riti e della messa solenne inizieranno alle 9.30 del mattino e le porte saranno aperte a partire dalle 6.30. Già alle 8.45 il nuovo Pontefice sarà in Piazza San Pietro a bordo della Papa Mobile o di una Gip.

La celebrazione si svolgerà in parte all’interno della Basilica: Jorge Bergoglio sarà accompagnato dalla Sagrestia (all’altezza de La Pietà di Michelangelo) fino alla Tomba di San Pietro dai patriarchi e dai vescovi maggiori delle chiese orientali cattoliche. Dopo un omaggio al sepolcro, i diaconi prenderanno l’anello e il pallio, i due simboli del ministero petrino che saranno poi consegnati a Bergoglio sul Sagrato della Chiesa.

A quel punto, in processione, il nuovo Pontefice e i concelebranti si sposteranno all’esterno cantando le Laudes Regiae, litanie e invocazioni in onore di Cristo. I riti e la messa verranno celebrati sul Sagrato della Basilica: assisteranno le autorità ecclesiastiche, i sacerdoti e i seminaristi; il corpo diplomatico, le delegazioni straniere e le delegazioni delle chiese cristiane; e ovviamente i fedeli che prenderanno posto in tutta la Piazza e su Via della Conciliazione, appositamente fornita di maxischermi.

A quel punto, Papa Francesco riceverà il pallio dal cardinale protodiacono Tauran e “l’anello del pescatore” da  Angelo Sodano,  il cardinale  decano  protoepiscopeo. Il cardinale protopresbitero, invece, intonerà un canto sacro. Sei cardinali, due per ogni ordine (vescovi presbiteri e diaconi) celebreranno l’omaggio e la promessa di obbedienza al nuovo Papa. Durante la messa, come da tradizione nelle celebrazioni solenni, il Vangelo sarà cantato in greco per richiamare la chiesa d’oriente e quella d’occidente. Per snellire la celebrazione non sarà cantato anche in latino, lingua comunque molto utilizzata durante il resto della messa.

Non sarà il Papa a dare la comunione ma i diaconi e 500 sacerdoti distribuiti in tutta la Piazza. La celebrazione finirà senza Angelus e con il canto “Te Deum” quando Francesco rientrerà nella Basilica dove lascerà le vesti liturgiche e accoglierà i capi delle delegazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...